PESCARA: CARTELLINO ROSSO PER LA FEDERAZIONE DEL NASTRO AZZURRO

Da oltre 40 anni la Federazione di Pescara dell’Istituto aveva la propria sede in un locale di proprietà dell’Associazione Mutilati e Invalidi, un appartamento di notevoli dimensioni, sulla base del fatto che il nostro presidente pro-tempore, l’Ammiraglio Guido Natale era un grande invalido di guerra. Alla morte dell’Ammiraglio il Consiglio Direttivo dell’ANMIG, con il verbale del 21 settembre stabiliva che la Federazione del Nastro Azzurro, ospitata senza contratto d’affitto né di comodato, poteva rimanere in tale posizione a tempo indeterminato “allo scopo di custodire e non disperdere in altre sedi i loro ricordi, che sono anche i nostri” salvo parere contrario del Comitato Centrale. Il Comitato Centrale, informato della situazione non ha espresso parere contrario né disposto norme in alternativa. Nel corso del 2017 il Consiglio Direttivo dell’ANMIG è stato rinnovato e l’attuale presidente con una mail indirizzata al nostro responsabile il 5 dicembre, lo ha invitato a lasciare libero il locale occupato (NESSUN VERBALE DI CONSIGLIO DIRETTIVO). Successivamente qualche responsabile dell’ANMIG ha provveduto ad entrare nella nostra sede, a ritirare una macchina da scrivere, a controllare il contenuto di armadi e scrivanie, a far apporre un lucchetto all’ingresso, a togliere la targa all’ingresso dello stabile. A nulla sono valse le comunicazioni inviate al Comitato Centrale dell’ANMIG! La condizione per mantenere la sede era quella di corrispondere un affitto di 250 euro mensili: per una stanza! Richiesta inaccettabile, quindi ESPULSI.

La situazione attuale è la seguente: tutta la documentazione della Federazione è stata riposta in scatole, in quanto sembra che il locale debba essere soggetto a manutenzione per essere affittato. Gli Enti locali sono stati interessati per la concessione di un locale: speriamo di non dover chiudere!

UN SENTITO RINGRAZIAMENTO AI RESPONSABILI DELL’ANMIG DI PESCARA PER LA COLLABORAZIONE E LA SENSIBILITA’ DIMOSTRATA!