Archivio photogallery

Arezzo: Celebrazioni per il Centenario della Grande Guerra

La mattina di sabato 17 maggio, alle ore 10, presso la Sala Consiliare del Comune di Cortona socio Benemerito dell'Istituto, si è tenuta una solenne cerimonia di ricordo dei 600 Caduti  della Città  nella  Guerra 1915-1918 aprendo cosi in Provincia di Arezzo le celebrazioni del centenario della Grande Guerra.

 L’iniziativa è stata promossa dal Lions Club Cortona Valdichiana Host in collaborazione con il Comune di Cortona, il Comune di Cividale del Friuli, la Federazione dell'Istituto del Nastro Azzurro di Arezzo, della Associazione Nazionale Alpini di Cividale, della Sezione A.N.Art.I. di Cortona e degli Amici Toscani in Friuli Venezia Giulia.

 Dopo gli interventi di saluto delle Autorità presenti, si sono tenute due interessanti relazioni da parte del Col. Ermanno Dentesano, storico e autore di pubblicazioni sull’argomento, e dal Dott. Mario Parigi, storico e appassionato conoscitore della storia  cortonese.

 Al termine gli studenti delle scuole superiori hanno letto i nominativi dei 600 caduti Cortonesi  e sono state consegnate pergamene ricordo ai familiari dei caduti e Decorati al valor Militare.

 E' seguito un corteo con la prsenza dal medagliere della Sezione del Nastro Azzurro di Cortona che si è recato a deporre  una corona d’alloro al monumento ai Caduti.

Un particolare ringraziamento al Ten.Ernesto Gnerucci nostro socio benemerito e Presidente della Sezione A.N.Art.I di Cortona per la perfetta organizzazione della celebrazione.

Cremona 18 Maggio 2014- Festa del Decorato al Valor Militare

Per la prima volta nella storia della Federazione di Cremona il 18 Maggio 2014 si sono ricordati tutti i Decorati al Valor Militare e con essi i Caduti tutti, con o senza croce, che hanno contribuito attivamente con il Loro sacrificio a costruire una Italia libera e democratica.

Nella Chiesa di Borgo Loreto , in Cremona, dove sono conservate le Lapidi che ricordano i Cappellani Militari Decorati al V.M. è stata concelebrata, dal Parroco Don Giuseppe Ghisolfi e dal Cappellano Militare del X° RGT Genio Guastatori Magg. Andrea Aldovini , una Santa Messa in suffragio dei Decorati e dei Caduti tutti.

A rendere Onore ai Nostri Decorati al V.M. hanno presenziato il Dott. Bortone Vice Prefetto Capo di Gabinetto, il Vice Questore Vicario Dott. Gerardo Acquaviva, una rappresentanza del X° RGT Genio Guastatori e la Medaglia di Bronzo al Valor Militare, Comandante della Compagnia Carabinieri di Crema, Capitano Antonio Savino. Unitamente a loro era presente l’emerito Presidente Nazionale UNSI 1° Mar. Luog. Malagutti ,una folta schiera di Labari in rappresentanza delle Associazioni d’Arma unitamente alla Prof.ssa Pierangela Miglio Presidente della Associazione Mutilati ed Invalidi di Guerra.

Al termine della Santa Messa, sono stati consegnati dal Vice Prefetto e dal Vice Questore Vicario attestati di Ringraziamento e Benemerenza, decisi dal Presidente di Federazione Magg.(r) Cav. Claudio Mantovani di UNUCI Monterosi agli iscritti che maggiormente hanno collaborato in questi anni alla rinascita della Federazione : Dott.ssa Paola Bosio, Cav. Gianluigi Cattaneo, Col.(r) Angelo Vasta, 1° Mar. Luog. Cav. Dugo Salvatore Presidente della locale Sezione UNSI.

Una menzione particolare agli Amici Dugo Salvatore e Gianluigi Cattaneo che hanno collaborato molto per questo 18 Maggio.

Durante il convivio tenutosi dopo la Santa Messa è stata consegnata l’Onorificenza di Commendatore della Repubblica al decano dei Sottufficiali Mar. Magg. Aiutante Manfredo d ‘ Alessandro.

Tappa a Potenza della tappa della Marcia della Fedelissima

E' giunta a Potenza la tappa della Marcia della Fedelissima mercoledì 14 maggio, nel primo pomeriggio.
L'incontro ufficiale si è svolto presso il comando Provinciale dei Carabinieri di Potenza, intitolato al Ten. Orazio Petruccelli, potentino martire di Cefalonia e Medaglia d'Oro al Valor Militare. Presente alla cerimonia, ben organizzata dal Comando Provinciale di Potenza,il nipote del decorato, Dott. Orazio Petruccelli, autorizzato a tenere la medaglia d’Oro e giunto da Siena accompagnato dal figlio Daniele, maresciallo dell’Arma.
L'occasione è stata quanto mai propizia per ricordare il centenario della nascita dell'eroe, nato a Potenza il 19 aprile 1914.
Per questo si è voluto deporre, per iniziativa dei Carabinieri della Legione Basilicata, una corona d'alloro alla lapide dedicatoria posta all'esterno della Caserma, sotto l’artistico porticato , dove erano schierati un picchetto in GUS e uno di rappresentanza.
Alla cerimonia è intervenuto il primo cittadino di Potenza, Pietro Campagna indossando la fascia tricolore.
Subito dopo il Gen. Vincenzo Procacci ed il Ten. Col. Palma (Comandante Provinciale) hanno ospitato in caserma il passaggio del marciatore Michele Maddalena accompagnato dai referenti locali del Nastro Azzurro di Potenza, dall' Associazione Carabinieri e dai rappresentanti del Club Lions Host di Potenza.
Domattina, alle ore 9,30, per omaggiare i caduti di tutte le guerre Michele Maddalena si recherà al Sacrario del Cimitero Cittadino da dove riprenderà il suo viaggio verso Matera.
Sarà la volta infatti di ricordare il Magg. Rocco Lazazzera, eroico ufficiale dell’arma originario di Matera ed unica Medaglia d'Oro al V.M. della città dei Sassi.
Per l'occasione saranno ufficialmente riaperte le attività della ricostituenda Federazione Provinciale di Matera del Nastro Azzurro, non più attiva dal 1985 ed affidata al Prof. Galasso, nuovo Commissario Straordinario.
A Matera la cerimonia istituzionale si terrà presso la Sala Consiliare con inizio alle ore 17,30.

Seconda tappa lucana della MARCIA DELLA FEDELISSIMA a Bella

Dopo aver commemorato a Lavello la MOVM Savino Cossidente oggi è la volta di Donato Fezzuoglio, ultima, in ordine di tempo, delle 23 Medaglie d’Oro al Valor Militare della Basilicata, conferita alla memoria del giovane carabiniere lucano assassinato nel 2006 ad Umbertide (PG) per sventare una rapina.

Il marciatore “solitario” si è recato dunque a Bella (PZ), paese d’origine di Donato Fezzuoglio, dove vivono i genitori dell’eroico carabiniere.

Partito da Rionero in Vulture, dopo l’omaggio al Monumento ai Caduti, salutato dai carabinieri della locale Sezione e dal Comandante della Compagnia di Melfi, è giunto a Bella nel pomeriggio. Ad attenderlo, presso il monumento in onore di Fezzuoglio al Cimitero cittadino, i familiari del decorato ed il Comandante della Legione Carabinieri Basilicata, il Gen. Vincenzo Procacci, il Sindaco Michele Celentano e la delegazione del Nastro Azzurro di Potenza. Il Cappellano dei Carabinieri Don Giovanni Caggianese ha curato un momento di raccoglimento, prima di proseguire tutti insieme la marcia verso la casa municipale dove il Sindaco ed il Comandante della Stazione di Bella, Mar. Rabbiti, hanno indirizzato parole di benvenuto a Michele Maddalena.

Il marciatore resterà ospite del Comune per la serata e domattina inizierà la sua marcia verso Potenza. Arrivo previsto alle ore 17,00 presso la Caserma Carabinieri “Orazio Petruccelli MOVM”, sede del Comando Provinciale, dove sarà commemorato l’eroico carabiniere martire a Cefalonia ricorrendo proprio quest’anno il Centenario della nascita di Orazio Petruccelli.

L’incontro con il primo cittadino avverrà invece giovedì mattina, alle ore 9, per il saluto al marciatore che riprenderà la sua tappa partendo dal Cimitero Cittadino, dopo l’omaggio ai caduti di tutte le guerre.

Marcia della Fedelissima: tappa lucana

Da Pescara a Cerignola poi lo spostamento a bordo d’auto fino al confine della Basilicata. Di qui a piedi fino a LAVELLO per onorare il Carabiniere Savino CossidenteMedaglia d’Oro al Valor Militare.
Michele Maddalena  sta percorrendo a piedi l’Italia per recarsi “in pellegrinaggio storico” nelle città in cui gli uomini dell’Arma Benemerita hanno scritto pagine di eroismo. In Basilicata i cinque comuni che vantano una medaglia d’oro al valor militare indossando le fiamme dei carabinieri: Lavello,Bella,Potenza,Matera e Francavilla.

Ad accoglierlo a Lavello i soci dell’Istituto del Nastro Azzurro (Istituto dei Decorati al Valor Militare)organizzatori dell’evento nazionale e quelli dell’Associazione Carabinieri operanti nella sezione di Lavello. Ovviamente il personale dell’Arma il Comandante Provinciale il Comandante della Compagnia di Venosa e  quello della locale stazione. Dopo il saluto al Comando Stazione di Lavello e la visita alla sezione dell’Associazione Carabinieri l’omaggio al carabiniere MOVM Savino Cossidente ricordato nell’artistico busto –monumento che i concittadini hanno eretto in sua memoria.

Presso il Municipio vi è stato poi l’incontro istituzionale con il Sindaco e l’Amministrazione . E’ stato scoperto l’artistico ritratto dell’Eroe realizzato dal Maestro D’Acunzo con la ormai nota tecnica delle matite colorate. Splendida iniziativa del Nastro Azzurro che sta restituendo una certa luce di colore ad immagini sbiadite e consumate dal tempo … e dalla memoria della nostra gente. 

La marcia riprende domani mattina da Rionero dopo l’omaggio ai caduti previsto per le ore 930 e prosegue per Bella con arrivo nel pomeriggio (ore 17) nel paese d’origine di un altro eroe dell’Arma Benemerita: il carabiniere Donato Fezzuoglio morto nel 2006 ad Umbertide (PG) per sventare una rapina.

21^ Tappa Marcia della Fedelissima

il Marciatore Michele Maddalena è stato accolto dal Sindaco della Città Francesco Maria Grasso ,dal Comandante della Stazione CC Luogotenente Antonino Tripepi e dal presidente della Federazione Stefano Mangiavacchi, dopo la deposizione di una corona di alloro in memoria di tutti i carabinieri decorati al Vm della Provincia di Arezzo, il Presidente della Federazione ha dato lettura dei nominativi con relative decorazione dei carabinieri decorati al Vm della Provincia Aretina,hanno portato successivamente il loro slauto il Presidente della Sezione ANC di Montevarchi ed il Sindaco.

 

Dopo le firme della pergamene ricordo il marciatore è stato ricevuto nella locale Caserma dei carabinieri intitolata alla memori adle V.Brigadiere dei CC Lorenzo Foggi decorato di MBVM alla memoria.

 

Cittadini illustri

Alla presenza di Autorità cittadine, delle Associazioni Combattentistiche e d'Arma e di numerosi studenti di istituti superiori, il sindaco di Massa Prof. Volpi ha consegnato al Gen. Carlo Maria Magnani e all'Ing. Rodolfo Bacci una targa ed una pergamena del Comune di Massa che attribuisce ai due Presidenti Nazionali di due importanti Associazioni il titolo di "Cittadini illustri". La cerimonia promossa dal Gen. Pierpaolo Battistini, Presidente di Assoarma, e dal Presidente del Consiglio Comunale Domenico Ceccotti si è svolta nella Sala Consigliare. Il Gen. Magnani ha donato al Sindaco il crest dell'Istituto.

Pagine