Il Giorno del Ricordo

La prima ondata di violenza esplode subito dopo la firma dell'armistizio dell’8 settembre 1943: in Istria e in Dalmazia i partigiani slavi si vendicano contro i fascisti e gli italiani non comunisti. Torturano, massacrano, affamano e poi gettano nelle foibe circa un migliaio di persone. Li considerano 'nemici del popolo. Ma la violenza aumenta nella primavera del 1945, quando la Jugoslavia occupa Trieste, Gorizia e l'Istria.

"Azzurro che Valore" a Coverciano nel ritiro della Nazionale di Calcio

L'Iniziativa "Azzurro che Valore", dell'Istituto del Nastro Azzurro per promuovere il ricordo di tutti gli sportivi caduti in guerra e/o Decorati al Valor Militare, sarà ospitata a Coverciano durante il ritiro della Nazionale Italiana prima di partire per gli Europei 2016.
E' l'impegno assunto dal Presidente della FIGC Carlo Tavecchio a seguito dell'interessante e convinto incontro con il responsabile del Progetto Azzurro che Valore, il consigliere nazionale dll'Istitituto Prof. Rocco Galasso, presidente della Federazione Prov.le di Potenza.
Il Presidente Tavecchio è rimasto molto colpito dal rilevante numero di caduti e decorati nell'ambito della famiglia calcistica ed ha apprezzato il lavoro di ricerca storica sin ora realizzato e che ha portato alla pubblicazione di un Albo d'Onore con tutti i nominativi distinti per Società Sportive. Di tutti i nazionali e delle figure maggiormente rappresentative del calcio italiano del periodo pre-bellico che hanno preso parte alla Grande Guerra è stata realizzata una pregevole rappresentazione artistica con ritratti eseguiti dal maestro d'arte Vincenzo d'Acunzo di Tursi (MT). La loro esposizione in mostra ha già raggiunto numerosi contesti sportivi e cittadini riscuotendo ovunque enorme successo.
Grande suggestione esprime poi la realizzazione della Maglia Azzurra del 1914 che è stata donata al Presidente Tavecchio e che ha assicurato di volerla collocare nell'ambito del Museo del Calcio di Coverciano.
Prossima tappe di Azzurro che Valore saranno Napoli e Milano.

GIORNO DELLA MEMORIA

Auschwitz è il nome tedesco di una piccola cittadina a sud della Polonia (Oswiecin) dove a

Padova 21 gen. riunione con i Presidenti del Triveneto

Il giorno 21 gennaio, su iniziativa del Consigliere Nazionale Graziano Maron, si è tenuta presso il Circolo Ufficiali di Padova una riunione dei Presidenti di Federazione del Triveto: Erano presenti il Presidente Nazionale dell'Istituto, ed i Presidenti delle Federazioni di Belluno, Padova, Pordenone, Rovigo, Treviso, Venezia e della Sezione di Monselice. Sono stati trattati argomenti inerenti la programmazione nazionale (Giornata del Decorato a Salò e incontro con la Croce Nera d'Austria) e regionale.

Incontro del Capo di Stato Maggiore dell'Esercito con i Presidenti delle Associazioni d'Arma

Il giorno 20 gennaio si è tenuto a Roma, nella sala Diaz di Palazzo Esercito l’Incontro in oggetto. Vi hanno partecipato oltre quindici Presidenti di Associazione d‘Arma; non hanno mandato rappresentanti, tra gli altri, l’UNUCI e l’Associazione Naz. Paracadutisti d’Italia. Presente il Gen. Buscemi, presidente di Assoarma, tutti i Capo Reparto ed i Capi Uffici, a sottolineare l’importanza che lo Stato Maggiore annette a questo incontro.

Rovigo: conferenza informativa

 

Il 5 Dicembre presso l’aula magna dell’Istituto Tecnico Statale per Geometri “A. Bernini”  di Rovigo, in collaborazione con la locale Federazione Provinciale del Nastro Azzurro, è stato organizzato il secondo incontro con tre classi di studenti maturandi. Il Cap. Mauro FURINI ed il cap. magg. Scelto Miriam ANTONELLO di COMFONORD” di Padova, il Ten. Col. Alessandro POLSELLI del Comando Aeronautica di Poggio Renatico(Ferrara) hanno intrattenuti i giovani per tre ore sul tema: “Arruolamento nelle Forze Armate, i compiti assegnati, le missioni di pace.

Sono stati illustrati in particolare i compiti a cui sono chiamate le nostre Forze Armate quando partecipano alle missioni di pace, l’impegno profuso verso le popolazioni devastate da guerre interne. L’aiuto umano, medico e militare protratto per mesi e a volte per anni allo scopo di risollevare quelle popolazioni oppresse. Un aiuto che, a volte purtroppo, richiede l’impiego della forza per risolvere situazioni precarie e pericolose per i nostri militari. Si è parlato anche dell’operazione “Strade sicure” che impiega in questo periodo i nostri militari in concorso alle Forze di Polizia.

I conferenzieri, ognuno per la propria forza armata, hanno illustrato il percorso da seguire per l’arruolamento, senza omettere le difficoltà oggettive che ognuno potrà trovarsi ad affrontare in seguito. I Volontari impegnati in teatri esteri per le missioni di pace, si trovano ad affrontare realtà sociali molto diverse dalla nostra, un’esperienza unica, difficilmente riscontrabile nel mondo civile. Gli argomenti trattati hanno riscosso il vivo interesse degli studenti, che hanno partecipato attivamente al successivo dibattito.

I Docenti, visto il successo hanno richiesto che l’iniziativa venga ripetuta anche il prossimo anno

 

Ricasoli-Montevarchi (AR): Inaugurazione del Centro di Documentazione

Il 5 dicembre è stato inaugurato a Ricasoli-Montevarchi il Centro Nazionale di Documentazione, Ricerca e Memoria sulle Missioni Umanitarie e di Pace, nato per non dimenticare quanti hanno perso la vita negli interventi per la ricostruzione dei processi di pace e di stabilizzazione. Il progetto prende spunto dall’iniziativa che la Parrocchia di Ricasoli portò avanti nel 1962, dando origine al monumento e al parco della rimembranza alla memoria dei tredici aviatori italiani uccisi a Kindu nel novembre 1961 durante una missione internazionale di pace per conto delle Nazioni Unite. Considerate le richieste dei familiari delle vittime, del Presidente Provinciale dell’Istituto del Nastro Azzurro, del Presidente della Provincia di Arezzo, dell’Onorevole Rolando Nannicini e dell’Associazione Nazionale Bersaglieri, l’Amministrazione comunale di Montevarchi individuò nella frazione di Ricasoli il luogo ove realizzare il progetto e nei locali della ex scuola elementare dedicata ai tredici aviatori la sede del centro.Il Centro di Documentazione si è costituito con : Adesione del Presidente della Repubblica e con il Patrocinio di: Senato della Repubblica, Camera dei Deputati, Presidenza Consiglio Ministri, Ministero Difesa, Ministero Affari Esteri, Regione Toscana, ANCI, Provincia Arezzo .

La cerimonia, organizzata dal: Comune di Montevarchi, dall'Istituto del Nastro Azzurro , dall'Associazione Nazionale Bersaglieri e dalla Parrocchia S.Maria a Ricasoli ha visto la presenta della Ten.Col. Gianfranco Paglia MOVM Consigliere del Ministro della Difesa; del Gen. Gianfranco Rossi in rappresentanza del CSM Difesa, del Gen B.A Augusto Cazzaniga Comandante la 46° Aerobrigata Pisa, dell'On. Rolando Nannicini, del Presidente Provincia Arezzo Roberto Vasai, del Sindaco di Montevarchi Francesco Maria Grasso, di Padre Cesare Bedognè in rappresentanza dell’Ordinario Militare d’Italia. Erano inoltre presenti i Sindaci del Valdarno e numerose autorità civili e militari della Provincia di Arezzo, e gli
ex alunni della scuola elementare che, nel 1962 insieme al parroco Don Aldo Nocentini, furono promotori del Monumento ai caduti di Kindu.

Il Gen. Carlo Maria Magnani ed il Gen. Agostino Pedone hanno rappresentato ed hanno portato i saluti rispettivamente dell'Istituto del Nastro Azzurro e dell'Associazione Nazionale Bersaglieri.

Dopo gli interventi commemorativi gli Studenti dell’Istituto Comprensivo Magiotti di Montevarchi hanno letto poesie e riflessioni sulla pace; mentre I bambini della Comunità di Ricasoli che hanno deposto alla lapide dei Caduti un omaggio di alloro ed ulivo

Il Centro , come riporta la delibera di costituzione nasce come luogo di pace, di memoria e di studio con lo scopo di documentare e mantenere viva la memoria della Missioni Umanitarie e di pace alle quali militari e civili hanno partecipato.

In particolare:

  • Raccoglie documenti, libri, testimonianze; recuperando la documentazione che i privati intendono donare;

  • Ricorda il sacrificio dei militari e civili Caduti;

  • Rende omaggio ai Decorati al Valore, ai feriti ed invalidi nelle Missioni all’estero

  • Promuove manifestazioni culturali e commemorative , organizza convegni e promuove la realizzazione di pubblicazioni sulle Missioni attraverso la partecipazione e il coinvolgimento degli Enti Pubblici, delle Forze Armate ,e di tutti quei soggetti impegnati nelle missioni

  • Stimola lo studio e la ricerca delle Missioni con le scuole documentando l’impegno umanitario, sanitario a le opere realizzate a favore delle popolazioni civili alla quali le missioni si rivolgono;

  • Produce un giornale on line, per approfondire e far conoscere le missioni

Per raggiungere tali scopi si richiede la collaborazione di Enti, Reparti Militari e di tutti coloro che a vario titolo hanno partecipato o sono tutt’ora impegnati in Missioni Internazionali di Pace, cosi come i familiari dei Caduti.

Tutto coloro che volessero donare materiale inerenti le Missioni o collaborare e proporre iniziative da svolgere all’interno del Centro può contattare:

Federazione Istituto Nastro Azzurro Arezzo Cav Stefano Mangiavacchi via dello Sportico 27 – Loc Ricasoli 52025 Montevarchi cell 339.5792396 – emailfederazione.arezzo@istitutonastroazzurro.org

 

Ass.Naz.Bersaglieri Regione Toscana Cav Uff Alfio Coppi Piazza della Pieve 4 – 52021 Bucine . cell 348.3719249 - email alfio.coppi@finital.it

A Messina ricordato l'eroe Salvatore Todaro

Il Capitano di Corvetta Salvatore Todaro, l'eroe gentiluomo è stato ricordato a Messina sua città natale, il ricordo è stato sviluppato in cinque giorni di eventi con la partecipazione dell'Istituto del Nastro Azzurro di Messina, in sinergia con: il Comando della Marina Militare e il Rotary Club di Messina.

Il programma ha visto giovedì 10 dicembre la presentazione della manifestazione alla città a seguire l'inaugurazione della Mostra "Il Sommergibile Todaro Medaglia d'Oro al Valor Militare Eroe della Marina Militare la sua città". La Mostra curata dal Rotary Club di Messina e dal dott. Salvatore Totaro si è tenuta presso il Teatro Vittorio Emanuele fino a lunedì 14 dicembre e conteneva l'esposizione di 40 pannelli provenienti dall'A.N.M.I. Associazione Nazionale Marinai d'Italia di Chioggia, che raccontavano la vita e la storia dell'Eroe, con cimeli e foto della famiglia, compresi quelli della figlia Graziella Todaro nata nel 1943 alcuni mesi dopo la scomparsa del padre. La mostra e la successiva visita al Sommergibile Todaro è stata molto frequentata da studenti e da cittadini, che hanno apprezzato la cura nel realizzarla e poi visitando il sommergibile Todaro hanno ammirato la grande tecnologia Italo-tedesca "Made in Italy" del mostro dei mari lungo quasi 60 metri.

Lunedì 14 dicembre 73° anniversario della morte dell'eroe Todaro (Messina 16 settembre 1908 - La Galite, 14 dicembre 1942) si è svolta la cerimonia commemorativa con la deposizione di una corona di alloro donata dal Rotary Club di Messina, presso il monumento dedicato all'eroe Todaro, sito accanto all'ingresso della Base Navale si Messina. A seguire la cerimonia commemorativa con la scopertura di una lapide collocata presso la casa madre dell'Eroe e donata dall'Istituto del Nastro Azzurro di Messina.

 

La mattinata si è conclusa al Teatro Vittorio Emanuele con gli interventi delle autorità e con la conferenza dibattito sull'Eroe tenuta dal dott. Biagio Ricciardi. L'evento ha ottenuto gli importanti patrocini del: Comune di Messina, Ente Teatro di Messina e di una importante Azienda.

Messina, 18 dicembre 2015

S.Messa in suffragio dell'Amm.Natale

Venerdì 15 gennaio alle ore 10.00, nel primo anniversario della scomparsa dell'Amm. Guido Natale, Vice Presidente Nazionale Onorario dell'Istituto, verrà celebrata una S.Messa di suffragio dal cappellano abate don Giuseppe Natoli presso la cattedrale di San Cetteo a Pescara.

 

"QUADERNI DEL NASTRO AZZURRO"

E' in distribuzione alle Federazioni e ad un ristretto numero di ospiti qualificati il primo numero dei "QUADERNI DEL NASTRO AZZURRO"  supplemento semestrale del periodico "IL NASTRO AZZURRO". E' la rivista del CESVAM (Centro Studi sul Valor Militare) che comprende tra l'altro approfondimenti di carattere storico militare e dibattiti.

 

Pagine